Il bambino nella testa. Il bambino nel cuore: il percorso adottivo.

on 18 Maggio 2013
libro-teresa-fronte-reduced

 

E’ con emozione che il Girotondo comunica la nascita di ” Un bambino nella testa, un bambino nel cuore: il percorso adottivo”.

E’ un libro scritto con amore e con la convinzione che possa servire alle coppie che desiderano affrontare con consapevolezza l’adozione di un bambino e offre utili spunti di riflessione per chi ha già adottato un bambino.

Ci auguriamo che vorrete aiutarci a diffonderlo tra amici e parenti, in quanto la raccolta fondi è destinata interamente ai bambini del Il Girotondo.

 

G. è arrivato in comunità all’età di due anni, dopo mesi e mesi di vita in famiglia caratterizzati da incuria e maltrattamento. Si è adattato sopravvivendo al peggio, dormendo molto di giorno, mangiando quando era possibile e giocando con oggetti da adulti; anche pericolosi per la sua età. Soprattutto si è strutturato in modo da non ent4rare in conflitto con l’ambiente intorno a sé. Al suo arrivo G. appariva davvero un piccolo selvaggio, senza nessuna regolazione dei sensi e del comportamento in relazione ad un contesto di vita familiare. Semplicemente esprimeva le sue funzioni fisiologiche.

La giovane madre, impreparata ed incapace nello svolgere tale ruolo, ha avuto con G. una relazione fatta di interruzioni, puntini di sospensione e forti ambivalenze. Il bambino compariva e scompariva dal suo pensiero a seconda dei momenti e delle azioni giornaliere; per gran parte del tempo non era proprio presente nella testa della madre e quindi la donna non lo vedeva.

Il bambino non visto tende a mostrarsi invisibile agli altri, silenzioso e tenebroso e si propone con la logica di attacco o fuga a chi si avvicina a lui.

Con pazienza ed ascolto è stato opportuno accogliere anche queste parti del bambino per consentirgli di sentirsi accettato per quello che è, non solamente per ciò che fa e per come lo fa.

Il libro è edito dalla Fondazione Alberto Colonnetti ed è scritto da {qluetip title=[M. TERESA DE CAMILLIS] element=[span]}Psicologa, psicoterapeuta, didatta Ecopoiesis per la formazione in Psicologia di Comunità e per la formazione in Psicoterapia. Dirige dal 1996 il Centro Comunale per l’Infanzia Il Girotondo di Roma.

Socia e Responsabile dell’Area Minori della Cooperativa Sociale san Saturnino, da molti anni si occupa dei problemi dei bambini. Lavora con il Tribunale dei Minorenni di Roma e conduce corsi di sostegno alla genitorialità per coppie con figli naturali, in affidamento o adottati. Collabora con l’Opera Nazionale Montessori, con l’Università La Sapienza di Roma e con l’Università di Bologna.

Ha pubblicato con la Giunti Editore un gioco per la prevenzione delle violenze sui bambini Oggi scelgo io, con la Maggioli Editore Piccoli e Grandi: la comunità protegge i suoi bambini, con la Fondazione Colonnetti Editore Con lo sguardo del bambino.{/qluetip} e da {qluetip title=[TERESA ZACCARIELLO] element=[span]}Psicologa clinica formatasi all’ASPIC Scuola di Specializzazione in Psicologia di Comunità e Psicoterapia Umanistica Integrata. Ha collaborato con la cattedra di Psicologia dello sviluppo (diretta da Anna Oliverio Ferraris) dell’Università La Sapienza di Roma, presso cui ha svolto la ricerca sui giovani e il precariato e il suicidio in adolescenza. 

Ha pubblicato con la Giunti Chiamarsi fuori (Anna Olivierio Ferraris, Jolanda Stevani, Alessandro Rusticelli e Teresa Zaccariello, 2009). 

Svolge attività privata occupandosi nello specifico di sostegno alla genitorialità adottiva e ai figli adottivi.{/qluetip}

Chi fosse interessato ad acquistare questo libro può sottoscrivere il modulo in fondo a questa pagina.

Condividi

admin-sanIl bambino nella testa. Il bambino nel cuore: il percorso adottivo.